ASSEMBLEA ASCOM CONFCOMMERCIO GAETA L’ACCELLERAZIONE di CONFCOMMERCIO LAZIO SUD

Pianificazione, Concertazione, Innovazione, Progettualità partecipata le parole chiave della giornata organizzata dalla Confcommercio Lazio Sud e dall’Ascom Gaeta dedicata ai propri associati.

Si è svolta sabato 11 marzo la prima assemblea del 2017 della nuova Ascom territoriale di Gaeta. Grandissima la partecipazione e ricchissimi gli spunti venuti fuori dai tanti interventi che si sono succeduti.
L’assemblea si è svolta in due momenti , uno privato legato agli adempimenti statutari e la votazione per i nuovi ingressi nel direttivo, ed una pubblica con interventi dei consiglieri dell’Ascom, dei candidati a Sindaco presenti e degli ospiti istituzionali intervenuti.

Ha aperto l’Assemblea il Presidente di Confcommercio Lazio Sud Giovanni Acampora che ha presentato i risultati e le progettualità della nuova governance: il lungo lavoro di normalizzazione della situazione amministrativa economico finanziaria e associativa ereditata e i positivi risultati raggiunti; l’unione tra i territori di Latina e Frosinone che ha creato un’unica entità -Confcommercio Lazio Sud-; le opportunità create con i tanti partenariati attivi tra i quali, in progress, il Master in Multimedialità Traduzione e Turismo con l’Università la Sapienza di Roma (in collaborazione con Parlamento europeo, ed Università europee, Federalberghi e tanti altri prestigiosi partner); l’apertura di sportelli Europa che permetteranno alle imprese di accedere direttamente alle informazioni e alle opportunità dei fondi europei, la futura federazione dell’extralberghiero, realtà molto rappresentativa del Golfo di Gaeta presente nel direttivo attraverso la nuova associazione Host in Gaeta.

E’ seguito l’intervento della Presidente Lucia Vagnati che ha salutato con entusiasmo i numerosi partecipanti ed associati presenti ed ha raccontato il lavoro svolto nei primi 8 mesi di attività insieme al direttivo ed alle tante imprese che sono tornate ad essere protagoniste nei propri settori merceologici di riferimento. Ha esposto il lavoro fatto nei tavoli tecnici richiesti in questi mesi all’amministrazione ed alle altre istituzioni locali ( dall’accoglienza alla mobilità nei periodi di maggiore affluenza, dalla sicurezza all’abusivismo, dalla viabilità alla tutela sindacale di specifiche categorie) e ai tanti servizi di nuovo presenti in città grazie ad una sede aperta ed attiva nel territorio. Ha infine rilanciato gli obiettivi futuri sottolineando la necessità di fare sempre più rete tra imprese per avere finalmente un’unica e forte voce che rappresenti tutti.

Per gli adempimenti statutari è intervenuto il Direttore Generale Salvatore Di Cecca che ha presentato i risultati della campagna associativa della nuova Ascom che ha raggiunto la quota di oltre 100 nuovi iscritti per un totale al 31.12.2016 di 280 iscritti. Poi si è passati alla votazione del direttivo con la conferma all’unanimità della Presidente Lucia Vagnati e del direttivo già in carica, con l’ingresso di sette nuovi membri: Stella Simeone, Erenio Fasano, Francesco Conte, Paola Guglietta, Roberta Velardocchia, Mauro Di Nitto e Salvatore Valente . Quest’ultimo andrà a ricoprire anche la carica di Vice Presidente vicario.

A seguire ha salutato la numerosa platea il Sindaco Cosimino Mitrano che ha portato i suoi saluti e di tutta l’Amministrazione comunale, si è complimentato con l’organizzazione ed ha ribadito la sua disponibilità ad affrontare le tematiche strategiche per la categoria in maniera concertata e sinergica.

Per concludere la parte privata dell’Assemblea il Presidente Acampora ha voluto affrontare con il nuovo direttivo e gli associati presenti due temi particolarmente caldi per la città di Gaeta e che segnano chiaramente il passaggio tra la vecchia e la nuova governance: l’eventualità( viste le voci insistenti) di una riproposizione dello Yacht Med Festival con nome e dimensioni diverse -in quanto come noto quest’anno la Camera Di Commercio correttamente non potrà parteciparvi alla luce del Decreto Madia che non prevede tra le funzioni tale possibilità – e i rapporti con la Proloco territoriale. Riguardo il primo punto il Presidente ha ribadito a gran voce l’intenzione della nuova Confcommercio Lazio Sud di organizzare eventi solo in maniera condivisa e concertata con le imprese presenti sul territorio, che non comportino sperpero di denaro e soprattutto che abbiano una reale ricaduta positiva sulle attività produttive e sull’immagine turistica e commerciale della città e soprattutto che lascino sul territorio ricchezza e occupazione- soprattutto giovanile. L’assemblea ha infatti rilevato molteplici criticità riscontrate negli anni: l’immobilizzazione di una parte della città, la scelta di dare spazio espositivo ad attività che operano in maniera concorrenziale con le nostre e soprattutto la scelta del periodo dal 22 aprile ai primi di maggio che è già notoriamente turistico e non ha bisogno di essere rilanciato attraverso eventi di questo tipo. La platea ha accolto all’unanimità il chiaro segno di opposizione a tali iniziative sporadiche, improvvisate e non producenti flussi turistici aggiuntivi. Ritenendo che tali eventi e manifestazioni vadano organizzati in periodi di bassa affluenza turistica e finalizzati ad intercettare ulteriori flussi per le imprese e la città in maniera condivisa e concertata in un’ ottica di vera“destagionalizzazione”.
Infine riguardo il secondo punto è stato presentato e siglato proprio durante l’Assemblea il Protocollo d’intesa tra Confcommercio Lazio Sud e l’Unpli (Unione nazionale delle Pro Loco Italiane) di Latina e Frosinone rappresentata nell’occasione dal Presidente Valter Creo. “La firma di questo protocollo- hanno affermato i due Presidenti- mira a mettere regole chiare di collaborazione tra i due enti nel rispetto dei ruoli e delle peculiari attività ma anche a superare i campanilismi perché va oltre le proloco locali che spesso perdono di vista le proprie finalità per rincorrere gli interessi di singole attività o gruppi” Per rafforzare questa sinergia tra i territori e l’Unpli è intervenuto anche il Vice Presidente vicario Cristian Mancini che ha portato i saluti dell’area del Frusinate ed ha ribadito che l’unione rende entrambi i territori più forti, rendendoli più autonomi dall’ingombrante ruolo che ha Roma nella regione Lazio.

La parte pubblica dell’Assemblea ha preso il via dai saluti del Vice Presidente vicario e componente giunta nazionale Fipe Italo Di Cocco che non ha nascosto la sorpresa e l’emozione nel vedere una così ampia partecipazione di associati, istituzioni, associazioni e rappresentanti della Confcommercio dei territori di Latina e Frosinone. La parola è poi passata ai candidati a Sindaco presenti Emiliano Scinicariello, Massimo Magliozzi e Luigi Passerino. Tutti e tre hanno espresso il proprio plauso al cambio di rotta che l’Associazione sta dimostrando in questi mesi e si impegnano a dare risalto nei propri programmi ai temi del turismo e del commercio accogliendo l’invito di Confcommercio Lazio Sud di creare tavoli permanenti nei quali venga dato spazio alle Associazioni riconosciute e rappresentative.

La Presidente Lucia Vagnati ha presentato i temi degli interventi dei propri consiglieri ed ha passato la parola a David Vecchiariello che ha fatto un quadro puntuale del lavoro svolto in questi primi mesi e del progetto dell’Ascom per il futuro. Un progetto che per poter essere attuato ha bisogno della partecipazione di tutti. Ha elencato infine le maggiori criticità individuate ma che possono diventare i punti strategici sui quali lavorare: l’accoglienza, il turismo, il servizio di raccolta dei rifiuti e la sicurezza.
Sul tema dell’accoglienza è intervenuto il consigliere Cristiano Dell’Anno, presidente della neonata Associazione di b&b e case vacanza “Host in Gaeta” che ha raccolto numerosi operatori del settore con l’obiettivo di avere una voce più forte a livello locale e sovra locale, vista la nuova regolamentazione dell’extralberghiero in itinere presso il Consiglio Regionale del Lazio. Host in Gaeta coinvolge solo realtà autorizzate e mira ad offrire servizi e convenzioni ai propri associati ed ai turisti anche per colmare le lacune lasciate da una Proloco che non svolge il suo ruolo come dovrebbe ed un ente locale che ancora stenta a digitalizzare e semplificare tutta una serie di procedure necessarie allo svolgimento di queste attività. E’ intervenuto a proposito Daniele Iadicicco, Presidente dell’Associazione Terra Aurunca di Itri che sta tentando di aggregare allo stesso modo le realtà produttive dell’extralberghiero nei comuni del Golfo puntando a creare una Federazione del settore extralberghiero all’interno di Confcommercio Laziosud.
Riguardo al tema della mobilità e dei trasporti è intervenuto il consigliere Mattia Sasso che ha ribadito quanto sia importante per una città a vocazione turistica il collegamento tra le varie parti della città. C’è bisogno di potenziare il trasporto pubblico e le licenze dei minitaxi per far si che si possa dormire a Serapo , mangiare a Gaeta Vecchia ed andare al mare all’Ariana senza l’uso dell’automobile, in particolare nei weekend ,nei periodi di alta stagione e negli orari serali. Proprio per dis

incentivare l’uso dell’auto in stato d’ebrezza ,ad esempio, bisogna creare un’alternativa che non sia solo repressiva, come sta accadendo in questo periodo con controlli serrati delle Forze dell’Ordine.
Sul servizio di raccolta dei rifiuti è intervenuto il neoconsigliere Erenio Fasano che ha esposto dei modelli di città virtuose in cui questa raccolta viene intensificata per rispondere alle esigenze delle attività commerciali, in particolare ristoratori e bar, e dei turisti che vengono accolti in una città pulita e degna della propria vocazione turistica. Ha sintetizzato quelle che sono le richieste dell’Ascom per l’imminente stagione estiva : intensificare la raccolta dei rifiuti , considerando la peculiarità dei centri storici e delle attività che vi risiedono con particolare attenzione alla tipologia dei rifiuti ed agli orari di raccolta , e l’utilizzo di spazzatrici nelle strade principali della città prima dell’apertura delle attività commerciali ma soprattutto coinvolgere l’associazione e permettere alle attività commerciali di essere protagoniste riconoscendo loro di essere il cuore pulsante della città. Ha chiuso gli interventi David Vecchiariello con il tema della sicurezza e della necessità di essere uniti tra imprenditori e istituzioni nella lotta all’abusivismo. E’ infine intervenuto il nuovo Vice Presidente dell’Ascom di Gaeta Salvatore Valente che proprio in sintonia con gli interventi precedenti ha affermato che è giunto il momento di essere uniti e far sentire la propria voce, chiedendo con forza che l’Amministrazione attuale e futura si adoperi per l’attuazione di un Piano del Commercio e per la creazione di una Assessorato al Commercio e al turismo.

Hanno chiuso l’Assemblea la dottoressa Eliana Talamas che ha esposto i servizi e le convenzioni di Confcommercio Laziosud per gli associati e il Presidente dell’Ascom territoriale di Formia Giovanni Orlandi che a dimostrazione del cambio di rotta nell’organizzazione ha salutato e ringraziato tutti i presenti e ha espresso la sua soddisfazione per le sinergie messe in piedi tra i territori superando campanilismi che fanno solo danni alla categoria.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*